Semi di chia: proprietà e utilizzo in cucina

I semi di chia provengono dalla pianta Salvia Hispanica.

In commercio si trovano tutto l’anno e ne consigliamo l’utilizzo in cucina perché, come vedremo, hanno tantissime proprietà nutritive.

salvia hispanica semi di chia
Salvia Hispanica

Benefici dei semi di chia

  • Ricchi di antiossidanti e aminoacidi,
  • fonte di fibre,
  • basso indice glicemico,
  • contengono vitamina A, C, potassio, calcio e ferro,
  • aiutano a depurare l’organismo,
  • favoriscono il funzionamento del metabolismo,
  • permettono un maggior senso di sazietà,
  • aiutano a regolarizzare l’intestino.

In cucina

È consigliabile il consumo dei semi di chia senza cottura, quindi da crudi. In questo modo manterranno intatte tutte le loro numerose proprietà benefiche.

Non hanno un particolare sapore, sono neutri, quindi impiegabili in moltissime preparazioni diverse. Sarà facile inserirli nella vostra dieta e alimentazione quotidiana.

Vediamo qualche consiglio:

semi di chia

Se versati e lasciati riposare per un po’ in acqua o nel latte, creano una sorta di gel che aiuterà ad addensare i liquidi. Ad esempio, se utilizzate un paio di cucchiai di semi di chia in un bicchiere di latte e li lasciate riposare per qualche ora, noterete che la consistenza diventerà gelatinosa, molto simile a quella di un budino.

Proprio per questo potrete facilmente creare pudding o budini ricchi di nutrienti, sani e dietetici.

Inoltre, è consigliato l’utilizzo per arricchire e guarnire yogurt, macedonie, frullati, spremute, insalate, zuppe…

In cottura, vengono spesso impiegati per la realizzazione degli impasti o la decorazione di pane, dolci, biscotti, muffin.

Per giovare di tutte le loro proprietà, è preferibile consumare ogni giorno uno/due cucchiai di semi di chia. Considerato che aiutano molto il funzionamento dell’intestino, vi consigliamo di non strafare per evitare un effetto lassativo.

DOVE POSSO ACQUISTARLI?

Da qualche anno la distribuzione di questi semi si è ormai diffusa enormemente anche sul nostro territorio nazionale. Per questo, non farete fatica a trovarli e acquistarli.

Vengono principalmente venduti nei negozi bio, nelle erboristerie ma anche in moltissimi supermercati o store online.


Che ne pensi? Li utilizzi abitualmente? Condividi le tue esperienze con noi!


Visita il blog di Curiosando in Cucina per altri articoli e, se ti fa piacere, siamo anche su Instagram e su Facebook!

Precedente Gnocchi di patate fatti in casa: ricetta